WEB MAGAZINE

LifeStyle

CuriositàLifeStyle

Cavalli e calciatori… vendite da capogiro

0 di SebastianHidalgo
cavalli

Tutti sanno quanto può costare ad una squadra di calcio di Serie A acquisire un giocatore superstar, ma pochissimi fuori dal mondo dell’equitazione sanno che il prezzo di un cavallo promettente in vendita non è poi così differente.

Ne è un chiaro esempio il fatto che, mentre il Real Madrid sborsava 64 milioni di dollari per Zinedine Zidane, quasi contemporaneamente il purosangue vincitore del Kentucky Derby – Fuisaichi Pegasus – veniva venduto ad una cifra che ha sfiorato i 70 milioni di dollari.

Queste due vendite sono avvenute agli inizi di questo millennio, ed il calcio ha dovuto aspettare il 2009 per riuscire a trovare un momento in cui il prezzo di un calciatore superasse quello di un cavallo: quell’anno Cristiano Ronaldo venne venduto a 130 milioni al Real Madrid, diventando il primo calciatore a superare (facendo i giusti rapporti con i tassi di inflazione) gli oltre 40 milioni spesi nel 1983 per il cavallo Shareef Dancer, equivalenti a ben più di 100$ milioni attuali.

Nonostante queste cifre, però, diversi tipi di cavalli valgono diverse quantità di denaro.
Secondo il Guinness World Record, il prezzo più alto mai pagato per un cavallo da lavoro è stato registrato durante un’asta in Illinois, dove uno stallone belga chiamato McIlrath’s Captain Jim venne venduto a 112.500$. Tuttavia, gli acquirenti volevano usarlo a scopi riproduttivi, non per metterlo al lavoro, e lo stesso vale per i cavalli da competizione: al momento della vendita Fusaichi Pegasus aveva totalizzato 2$ milioni in vittorie, ma la sua carriera era già finita, e la strabiliante cifra pagata per lui è stata pagata affinché da lui nascessero futuri cavalli da gara.

I proprietari dei migliori stalloni vengono pagati oltre 100.000$ dai proprietari di ogni femmina che vogliono che usarli per accoppiarli: questa cifra è chiamata “stud fee“, e ne è esempio il caso di Frankel, uno stallone britannico di proprietà del principe saudita Khalid Abdullah e vincitore di 14 gare, una carriera che ha permesso ai suoi proprietari di chiedere 220.000$ per ogni accoppiamento.

Maschi e Femmine

Nonostante il fatto che un cavallo maschio possa riprodursi centinaia di volte l’anno, le femmine vengono vendute per quantità di denaro simili, come nel caso di Masha, una giumenta venduta a 7.5$ milioni nel 2017 – il prezzo più alto durante un’asta equina in Europa. Masha aveva già finito la sua carriera competitiva, ed i suoi acquirenti la vendono come un ottimo investimento per il futuro.

Detto questo, molti dei migliori cavalli (come nel caso di Frankel) non vengono nemmeno messi all’asta, ma rimangono in custodia di chi li ha cresciuti e tenuti fino a quel momento affinché generino altri potenziali cavalli eccezionali. Questo significa che il loro valore, per quanto altissimo, si può solo immaginare: nonostante questo, secondo Bloomberg uno stallone dovrebbe valere almeno 300 volte la sua “stud fee“, e questo confermerebbe il fatto che, anche in futuro, calciatori e cavalli continueranno a giocarsela per le più alte cifre di vendita.

E voi, sapevate di queste cifre? Quanto pensate che valga uno stallone?

Foto: pexels.com