WEB MAGAZINE

LifeStyle

CuriositàEventiLifeStyleSport

Nick Skelton e lo CSIO di Hickstead: una storia che dura da trent’ anni

0 di Skeepy

Nell’anno del suo ritiro, il campione Olimpico è stato invitato all’ultima edizione del Longines Royal International Horse Show.

Il motivo di questo invito era la partecipazione ad una cerimonia speciale dedicata alle sue vittorie ottenute a Hickstead.

Nel giorno finale di questo grande evento, e poco prima della Longines King George V Gold Cup, il cavaliere 59 enne è stato accolto nel prestigioso campo internazionale di Hickstead per una speciale premiazione dedicata a lui e alla sua scintillante carriera.

Dodici trofei di cristallo con incise le date e i nomi dei cavalli, a ricordare le sue quattro King’s Cup vinte, i suoi tre titoli ottenuti nel famoso Derby di Hickstead, le sue tre vittorie del British Grand Prix e le sue cinque Coppe delle Nazioni vinte su questo prestigioso campo.

E come non ricordare la sua medaglia d’ora a squadra ottenuta in occasione delle Olimpiadi di Londra 2012 e la recente medaglia d’oro individuale vinta lo scorso anno a Rio de Janeiro?

“Volevamo dare a Nick qualche cosa per dirgli un sincero grazie per tutti questi anni passati a deliziare il mondo del salto ostacoli”  ha dichiarato il direttore di Hickstead Lizzie Bunn.

“Nick è stato una parte vitale della squadra della Gran Bretagna e ci mancherà davvero vedere le sue qualità  e il suo brio in campo“.

Quando Skelton si è aggiudicato l’oro individuale a Rio, è diventato il primo campione Britannico di salto ostacoli, cosi come in occasione dell’oro ottenuto dalla squadra Britannica dal lontano 1908 con Jerry Millner.

Non è mai stato un segreto che Nick si sarebbe ritirato insieme a Big Star.

Il primo dei tre Derby vinti è stato nel 1987, con l’unico percorso netto della gara insieme a Namesake J, prima di ripetere quella vittoria nel 1988 e 1989 in sella ad Apollo.
Il binomio era veramente vicino ad eguagliare il record di Macken, che contava quattro vittorie, ma solo un barrage perso contro Joe Turi e Vital gliel’ ha impedito.

Mentre si aggiudicava i tre derby, Nick ha anche fatto sua la Longines King George V Gold Cup, vinta anche nel 1984 quando era conosciuta come Birmingham NEC.
Nel 1993 ha vinto anche la King’s Cup insieme a Limited Edition, con l’ unico percorso netto della gara.

A seguire, ha ottenuto due Titoli del King George in sella a Cathleen nel 1996 e con Hopes Are High nel 1999.

Nick ha fatto parte anche della squadra Britannica che ha firmato più volte la Coppa delle Nazioni su questo campo, con due vittorie consecutive nel 1992 e 1993 insieme a Limited Edition, nel 2003 con Arko e nel 2004 con Russel.
Queste ultime vittorie, sono state ottenute pochi anni dopo essere rientrato in campo gara dopo essere guarito dalla sua frattura all’osso del collo.

“Il ricordo più importante che ho impresso nella mia mente è ambientato nel 1981, quando Hickstead proponeva tre concorsi ogni anno, e nel quale ho vinto in tutti e tre quello stesso anno, e poi i miei tre derby vinti” confida Nick Skelton. ” ho dei ricordi molto belli qua a Hickstead, è un campo fantastico”.

Ripensandoci, non c’è da meravigliarsi se lui lo descrive il campo di Hickstead come un campo molto fortunato.
Fortunato come tutti coloro che hanno potuto essere partecipi in quei momenti.

 

Foto/Fonte: equnews