WEB MAGAZINE

Sport

Curiosità

La barbara pratica del Soring sui Tennessee Walking Horse

0 di cecilia
Soring

Tennessee, un altro abuso sui cavalli da show, i famosi Tennessee Walking Horse. La Humane Society of the United States ha di recente denunciato un altro caso di “soring”, dove la vittima come sempre è il cavallo.

Il “soring” è una pratica considerata maltrattamento che comporta l’utilizzo di sostanze chimiche e costrittive sui piedi dei cavalli, a che scopo? Beh, così che sentano bruciore e dolore e alzino gli arti in modo rapido, vistoso, molto spettacolare.

Il movimento che ne consegue viene chiamato “Big Lick” ed è il passo particolare che si denota nelle competizioni di cavalli di razza Tennessee Walking Horse. Questa pratica ovviamente è illegale negli Usa, anche se negli show viene impiegata largamente.

Soring
Un cavallo sottoposto a soring. (FOTO TRATTA DA VIDEO)

Stiamo parlando di componenti chimici come olio di senape, gasolio, kerosene, acido salicilico e altre sostanze caustiche sui piedi dei cavalli, oltre che di pesi, cerchi e catene ai pastorali avvolte con plastica per aumentare l’efficacia dei componenti.

I più “esagerati” usano anche chiodi, sfere di metallo o viti da incastrare sotto gli zoccoli e poi sigillare con tamponi di garza e nastro adesivo per causare pressione e dolore a tutta la gamba del malcapitato equino.

Ovviamente gli accusati dalla Humane Society of United States negano tutto, nonostante in rete girino alcuni video che costituiscono prova lampante dell’utilizzo del “soring” per costringere i cavalli da show a mostrarsi sempre più “maestosi” nelle andature.

 

Autore: Cecilia Casadei

Fonte: Animali.net