WEB MAGAZINE

Sport

News

Pratoni del Vivaro: la carica dei tredici azzurri

0 di MaddaVi

Tredici azzurri – quattro amazzoni e nove cavalieri – si preparano a scendere in campo per agguantare il titolo di “Campione Italiano Assoluto 2019” per la disciplina del completo.

L’appuntamento è fissato ai Pratoni del Vivaro dal 6 al 9 giugno, in concomitanza con la FEI Eventing Nations Cup™ Italy, seconda tappa del circuito internazionale che qualificherà la migliore nazione sprovvista di “pass” per Tokyo, all’Olimpiade 2020.

Sarà proprio la categoria valida per la sfida a squadre a determinare anche il podio dei Campionati Italiani Assoluti di Completo, estrapolando unicamente la classifica azzurra dopo le prove di dressage, cross country e salto ostacoli. E sarà proprio tra questi tredici atleti che i selezionatori Katherine Ferguson Lucheschi e Giacomo Della Chiesa individueranno i tre, più la riserva, per la Coppa delle Nazioni.

Il rappresentante italiano più giovane è Fosco Girardi, ventiduenne romano.

L’agente delle Fiamme Azzurre presenterà Feldheger, cavallo con cui ha ottenuto non solo la medaglia d’argento agli Assoluti 2018, ma anche i suoi migliori risultati continentali (in palmares la partecipazione a 7 Campionati Europei giovanili): il bronzo a squadre 2016 e l’argento a squadre 2018.

I cavalieri più anziani, si fa per dire, sono i  romani quarantaseienni Marco Cappai (ha partecipato a un’Olimpiade, Atlanta 1996, a un Mondiale e a un Europeo) e Fabio Fani Ciotti (un Mondiale, 2 Europei seniores e uno giovanile). L’Assistente della Polizia di Stato Cappai ha iscritto al concorso Santal du Halage; agli ordini del Primo Aviere Capo Scelto Fani Ciotti, invece, Suttogo George.

Presente all’appello l’azzurro di Rio 2016 Pietro Roman che oltre alla partecipazione a cinque cerchi ne segna due continentali giovanili e due senior, queste ultime in sella al suo attuale compagno  Barraduff, con cui ha fatto binomio anche ai Mondiali 2018. L’atleta trentenne romano, però, è iscritto anche con Castelwoods Jake, cavallo che ha partecipato ai Giochi Olimpici di Rio agli ordini del fratello Luca. La sua scelta verte quindi tra due cavalli a cinque cerchi.

L’astigiano Marco Biasia (44 anni) con un palmares che parla di 4 Campionati del Mondo, 4 Europei Seniores e uno giovanile, dovrà decidere se presentare Junco CP o Tresor de la Loge.

In campo anche il Carabiniere Scelto Mattia Luciani (4 Europei giovanili e un Europeo Senior). Il completista trentenne, di Frascati, presenterà Furneaux.

Quote rosa e ancora rappresentanza romana con l’Assistente della Polizia Penitenziaria Evelina Bertoli (33 anni, 5 Europei giovanili e un Campionato del Mondo) in sella a Seashore Spring, la ventisettenne Martina Valilà (in curriculum l’Europeo giovanile 2013) in sella a Barnadown Whos Who, la ventiseienne Arianna Guidarelli (2 Campionati d’Europa giovanili) con EH Seabisquit e la coetanea Costanza Mantici (3 Europei giovanili) su Daisy’s Diamante.

Pronto al via anche il Primo Aviere Scelto Andrea Cincinnati, 34 anni, anche lui romano. Ai suoi ordini, Primera 48. Chiudono la rappresentativa azzurra:  l’agente della Polizia di Stato Andrea Docimo (37 anni, di Ravenna) in sella a Waldo e Tommaso Mondini (24 anni, di Parma) con Jessop Red IMP.

fonte: Daniela Cursi//ph. © Massimo Argenziano