WEB MAGAZINE

LifeStyle

CuriositàLifeStyle

Lady Diana, il lato equestre della “Principessa del popolo”

0 di Tacchiacavallo
Lady Diana - Riders Advisor

Il 31 agosto 2017 ricorre il 20° anniversario della morte di Lady Diana. Amata da tutti per la sua genuinità, la Principessa Diana aveva un lato equestre che pochi conoscono.

Lady D, la Principessa del popolo, morì a Parigi esattamente 20 anni fa, il 31 agosto 1997.  La sua perdita improvvisa lasciò il mondo attonito, ma ancora oggi la sua eredità morale continua a mantenere vivo il suo ricordo.

Uno degli aspetti forse meno conosciuti della vita di Diana Spencer era quello del suo legame con il mondo equestre. Un mondo a cui si è davvero avvicinata soprattutto dopo la nascita dei suoi figli. Cresciuta in un contesto rurale, durante l’infanzia era abituata ad essere a contatto con gli animali, sviluppando in particolare un rapporto speciale con il suo pony. Più avanti, però, Diana ebbe un piccolo incidente con un cavallo, che la spinse a stare lontana dalle stalle per un po’.

Lady Diana - Riders Advisor

Lady Diana - Riders Advisor

Lady Diana - Riders Advisor

Lady Diana - Riders Advisor

Quando divenne madre di William ed Harry, si rese conto che i giovani principi avrebbero dovuto imparare ad andare a cavallo e decise di mettere da parte il timore che provava per questi animali per il bene dei bambini.

Lady Diana - Riders Advisor

Lady Diana - Riders Advisor

In realtà, la cosa si rivelò molto utile per la stessa Lady Diana. Una sorta di terapia equestre, che le permise non solo di tornare in sintonia con questi magnifici animali che lei stessa definiva “molto profondi”, ma anche di trovare sollievo dal malessere generale con cui dovette convivere durante il periodo del suo matrimonio con il Principe Carlo.

Lady Diana - Riders Advisor

A guidarla in questo percorso di riavvicinamento al mondo equestre fu il Capitano James Hewitt, istruttore di William ed Harry che diventò poi anche istruttore della Principessa. Tra i due nacque anche una storia d’amore che lei stessa confessò in un’intervista alla BBC nel 1995.

Diana era conosciuta anche con il soprannome di “Principessa Triste”, ma noi preferiamo ricordarla come una “Principessa Equestre”, che nei cavalli e nell’equitazione ha trovato un sostegno per i periodi bui della sua vita.

Foto: dianaremembered e princess.diana.forever

By Tacchiacavallo