WEB MAGAZINE

Sport

IntervisteNews

Valkenswaard, culla di talenti: due parole con il nuovo arrivato Marco Carli

0 di MaddaVi

Dopo Alberto Zorzi e Roberto Previtali, ora anche il giovane Marco Carli è a Valkenswaard!

Sembra che i giovani talenti italiani si trovino particolarmente bene nella rosa dei cavalieri di scuderia da Jan Tops a Valkenswaard.

Al principio, era stato Massimo MaggioreTalent Scout di cavalli e cavalieri internazionali. Successivamente, tre anni fa, era arrivato Alberto Zorzi per lavorare i giovani soggetti e poi, pochissimo tempo fa, in questa scuderia incredibile che funge da trampolino di lancio per cavalli e cavalieri di talento è arrivato anche Roberto Previtali, per ricoprire il ruolo di Alberto Zorzi, ora impegnato ai massimi livelli.

Pochi giorni fa, però, è arrivata la lieta notizia: anche il 25 enne toscano Marco Carli, dal 1° luglio 2017, ha iniziato a lavorare a Valkenswaard.

Classe 1992, argento YR nel Campionato Italiano 2011, vive e lavora all’estero dal 2014.
Grazie a Carlo Fioravanti ha iniziato a lavorare a Deauville, dal fuoriclasse francese Patrice Delaveau. A seguire, nel 2015, si è spostato in Svizzera da Jurg Notz per poi concludere la sua esperienza lavorativa circa un mese fa.

Ma com’è arrivato Marco Carli da Jan Tops? Noi di Riders Advisor abbiamo avuto occasione di scambiare con lui qualche parola durante uno dei rari momenti di tranquillità della sua giornata lavorativa.

1. Come è arrivato Jan Tops a te? Come si sono svolti i giorni di prova? Come ti sei sentito quando ti hanno fatto questa proposta?

Siamo stati messi in contatto grazie all’intervento di Carlo Fioravanti e Massimo Maggiore, il quale mi ha contattato chiedendomi la disponibilità per una prova di due giorni. Sono venuto a Valkenswaard ed ho avuto la possibilità di montare diversi cavalli e di conoscere lo staff. È stato elettrizzante, non avrei mai pensato di essere contattato da una scuderia così importante!

2. Quale sarà il tuo ruolo, nello specifico? Quali cavalli lavorerai?

Il mio ruolo sarà quello di montare i cavalli giovani a casa e di portarli in gara.

3. Prima di te, da Tops, sono partiti Alberto Zorzi e, poco tempo fa, anche Roberto Previtali… Valkenswaard è culla di talenti e di opportunità, come ti senti al riguardo?

Sarà sicuramente un’esperienza formativa sensazionale, resa ancora più unica dalla presenza di Roberto e Alberto che sono due cavalieri di altissimo livello.

4. Sei nel cuore dell’equitazione europea, è una bella responsabilità, cosa speri per il futuro?

Spero di crescere sempre più e che questo sia un punto di partenza per la mia carriera.

5. Hai iniziato da pochi giorni, come ti sei organizzato? Ti trovi bene? Sei felice di questa scelta?

Ovviamente sono molto soddisfatto, ho bisogno di tempo per poter assimilare la cosa e realizzare che non sto sognando!

 

 

Foto: FB Fonte: riservata